Blog del sito MyDigitalia - Usare il Pc seriamente.
Non disdegnate di sbirciare anche la pagina di Facebook

domenica 28 febbraio 2010

espeak

Si tratta di un sintetizzatore vocale (text-to-speech) per Linux: semplice, leggero, utilizzabile da riga di comando, ma a portata se non di tutti, almeno di chi abbia un minimo di conoscenze del funzionamento di un progrmma da riga di comando.
Legge sia singole parole, sia files (di testo: non sperate di fargli leggere files html, perchè va a leggere lettera per lettera il codice sorgente). Ovviamente la voce è monotona e metallica, come nei migliori films di fantascienza, ma non è comunque da buttar via, se si pensa a quanto sia leggero in bytes il programma e di immediata istallazione, senza incidere sui files di sistema.

mercoledì 24 febbraio 2010

QuodLibet

perché è un programma utile


Si tratta di un player audio in Python: come player non è granché, Amarok è sicuramente meglio. Però Quodlibet è abbinato a Ex-Falso, un manipolatore di tags più potente di Amarok. Infatti Ex-Falso legge e e scrive i tags ID3v2, come Amarok non riesce a fare, e può scrivere e leggere anche tags opzionali. Come potete vedere nella schermata, ho aggiunto "tonalita", come non avrei potuto fare con Amarok.

[Image]


possibile problema


Il programma non parte e il messaggio di errore è: "The audio output pipeline 'gconfaudiosink profile = music' could not be created"

soluzione


Per farlo partire può allora essere necessario aggiungere al file config le seguenti righe:
  • "alsasink device = hw:1" nella sezione [settings]
  • "gst_pipeline = alsasink" nella sezione [player]

martedì 23 febbraio 2010

telefonino predisposto per emergenze

Gli operatori delle ambulanze hanno segnalato che molto spesso, in
occasione di incidenti stradali, i feriti hanno con loro un telefono
portatile, ma gli operatori non sanno chi contattare tra la lista
interminabile dei numeri salvati nella rubrica.

Gli operatori delle ambulanze hanno lanciato l'idea che ciascuno
metta, nella lista dei suoi contatti, la persona da contattare in caso
d'urgenza sotto uno pseudonimo predefinito.
Lo pseudonimo internazionale conosciuto è ICE ( In Case of Emergency
).

E' sotto questo nome che bisognerebbe segnare il numero della persona
che operatori delle ambulanze, polizia, pompieri o primi soccorritori
potrebbero contattare.

In caso vi fossero più persone da contattare si può utilizzare la
definizione ICE1, ICE2, ICE3, etc....
Facile da fare, non costa niente e può essere molto utile.
E' una buona idea ed è anche promossa dalle autorità preposte al
soccorso.
Fate circolare la notizia in modo che questo comportamento diventi
un'abitudine diffusa.

lunedì 22 febbraio 2010

convertire da e verso dispositivi mobili...

... in particolare cellulari. Molti dei quali salvano i clips vocali in formato AMR (un formato ultracompresso, con eccellente rapporto qualità/spazio).
Una soluzione è usare un programma Open Source come MMC (Mobile Media Converter), col quale potrete trasformare i cplis amr in mp3 o ogg, in modo rapido e sicuro.
[Image]

sabato 20 febbraio 2010

meta tags

Quale che si il tipo di media a cui volete aggiungere un tag, è di norma preferibile che il (meta)tag sia incorporato nel file multimediale.
In questo modo, se si dovesse reinstallare il programma con cui essi vengono letti, o trasferire i files da un PC all'altro, ad esempio, non si correrebbe il rischio di aver lavorato invano.
Amarok ad esempio lo fa, automaticamente, per i tags classici (nome artista, titolo, anno, genere ecc.), ma ovviamente non lo fa per voci come "score", o "rating" che vengono aggiunte a un suo database esterno ai files musicali così taggati.
Digikam lascia scegliere all'utente: occorre dirgli, nei Settings, che gli "image tags" siano trattati come "Keywords tags" e con ciò incorporati nel file immagine.

lunedì 15 febbraio 2010

Blogger bug

Non riuscivo ad aggiungere immagini al Blog: lo facevo da Firefox. Ho provato, su consiglio dell'Help di Blogger a usare Opera, ed è andata al primo colpo. Tutto perfetto...

venerdì 12 febbraio 2010

OpenOffice: crash on pdf export

Può succedere (fa arrabbiare non saper spiegare esattamente perché, ma è così).
Due le soluzioni, in Linux:
  • loggarsi come root e allora export as PDF funziona senza problemi
  • usare il comando print -> to file
Si tratta di ripieghi, daccordo, ma almeno provvisoriamente servono ;)

OpenOffice 3.2: le estensioni

Se avete problemi a installare una estensione potete provare (in Linux) a installarla loggandovi come amministratore (root).

strepitoso

La nuova versione di OpenOffice, la 3.2. permette con una estensione di connettersi a un database locale MySql non più solo via ODBC o via JDBC come finora, ma, udite udite, direttamente (come già faceva il molto meno accessoriato Knoda): con grande vantaggio per la velocità del programma e della pulizia del sistema.

giovedì 11 febbraio 2010

Opera 10.5

Dopo più di un mese di alfa, è uscita ieri la beta di Opera 10.5. Come prevedibile stabilizza e migliora la alfa e offre un supporto CSS3 interessante: box-shadow e border-radius sono supportati, e tra l'altro senza il fastidioso prefisso -moz, -webkit, e -o che tanto fa disperare ;) i webmaster...
Veloce lo è. Aspettiamo la versione stabile, ora.

amarok e database

Chiunque abbia Linux può apprezzare quanto bello sia Amarok, player musicale con incorporato un discreto database (con cui si possono editare i metatags e catalogare i brani in base ai vari "campi": autore, titolo, album, genere, anno ecc.).
Mi aveva interessato la possibilità di interfacciare il database di Amarok con Mysql.Ho scoperto però che per farlo, in alcune distribuzioni come PcLinuxOs, occorre "compilare" il programma partendo da sorgente. Il che è un po' lungo e laborioso. Inoltre mi è stato spiegato, su un forum, che per collezioni di brani non oltre gli 8000/10000 (!!!) non è una necessità usare un database "esterno" ad Amarok, visto che quello incoprporato funziona benissimo.
E così in effetti è.

venerdì 5 febbraio 2010

Social Network

Twitter: prima impressione


Non c'è paragone con Facebook (o MySpace): davvero miserello. Non so nemmeno se si possa chiamare un Social Network...

MySpace vs. Facebook


Facebook, pur lento a caricarsi, è meno invasivamente commerciale. Non sarà un caso se, a quanto ne so, è tuttora il S.N. più diffuso (proprio oggi fa 6 anni).

mercoledì 3 febbraio 2010

un problema con OpenOffice

1) problema

Mi è capitato che OpenOffice, installato in local, in /opt dunque, così da condividerlo tra diverse versioni di pclos, non partiva se non da root. In effetti non si poteva creare una cartella coi suoi settaggi nella Home degli utenti.

2) soluzione

Verificare che non coesista, benché "nascosta" una versione anteriore di OpenOffice, nel qual caso disinstallarla; disinstallare pure lo script "GetOpenOffice".


A quel punto si dovrebber riuscire (io sono riuscito) a

a) creare (nel mio caso copiandola da altra partizione) la cartella dei settaggi ".openoffice.org" nella home dell'utente;

b) di conseguenza far partire OpenOffice anche come utente.