Blog del sito MyDigitalia - Usare il Pc seriamente.
Non disdegnate di sbirciare anche la pagina di Facebook

domenica 24 novembre 2013

effetto trasparanza con GIMP

Occorre anzitutto che l'immagine a cui applicare la trasparenza sia in formato PNG (se non lo è, convertitela in tale formato).
 Aprite l'immagine con GIMP e cliccata su colori\colore ad alfa: vi applicherà automaticamente la trasparenza allo sfondo bianco, il che è quello che quasi sempre si vuole, quando si vuole applicare la trasparenza a un'immagine.
 Per concludere scegliete di esportare l'immagine modificata (io preferisco il formato GIF, ma si può usare anche il PNG, per esempio, o molti altri).
 Ecco un'immagine (gif) resa trasparente con GIMP:
[Image]
Ed ecco com'era all'origine (jpg con sfondo bianco):


lunedì 9 settembre 2013

creare il sommario di un file epub (da rtf o html)

Per chi ha un lettore di e-book un sommario è cosa quantomai utile. Se uno scarica da web un file epub già bell'e pronto si suppone che abbia un sommario.
Ma i problemi cominciano se uno deve trasformare in epub un file rtf o html (operazione che si rende quantomai opportuna perché certi lettori di e-book non leggono bene l'html e meno che mai l'rtf, ad esempio i caratteri non-ascii).
Calibre trasforma un rtf o un html in epub, ma non crea correttamente il sommario. Ad esempio di un file html estrae come voci di sommario tutti i links, il che è francamente demenziale. Di un rtf non sa trarre le voci del sommario, né usando lo stile "intestazione" né usando lo stile "indice"; a nulla serve dirgli i tag negli appositi spazi.

Allora si può cercare da agire sul programma di videoscrittura, LibreOffice. Abbiamo provato eLaix. La prima volta abbiamo dovuto constatare che la dimensione del font era talmente piccola (pur essendo settato su 12pt) da rendere impossibile la lettura sull'e-reader. Abbiamo provato un seconda volta, aumentando il font sul file rtf e settando giusto l'allineamento. Il font risulta corretto, ma sul nostro Pyrus, incredibilmente in contrasto con il css, il tipo di carattere e l'allineamento restano splendidamente immutati al variare delle istruzioni. Ma la colpa non di eLaix bensì del Pyrus. ELaix comunque crea correttamente il sommario.
Diciamo in sintesi: se la formattazione non è un problema, ma avete necessità di creare un sommario epub da un file rtf, eLaix può esservi utile.

Ma la soluzione più completa ho trovato essere il programma, grauito, ma interessantissimo, Sigil, con cui si può editare sotto ogni aspetto un file epub (o html trasformandolo in epub con sommario desunto dai titoli h1, h2, ecc.).

sabato 27 luglio 2013

alternative a igoogle (da piangere)

Forse il meno peggio è ancora ighome.com, anche se il traduttore è spastico e il layout pure. Ma almeno importa i bookmarks di igoogle e moltissimi gadgets di igoogle.
Invece http://www.netvibes.com ha diverse falle: non importa tutti i gadgets che importa ighome, e in particolare non c'è verso di fargli importare i bookmarks. In compenso gestisce il traduttore di google un meno spasticamente di ighome.
Mi sono accorto di altri importanti limiti di netvibes: i gadget di google news (come anche di france24 news) danno le notizie con una ventina di oore di ritardo rispetto agli stessi gadgets su igoogle o su ighom. Non è un piccolo bug.

lunedì 1 luglio 2013

alternative a igoogle

Conoscete igoogle? Se non lo conoscete vi perdete molto, per navigare in internet. Se lo conoscete, sapete che chiuderà a novembre (sì: 2013) e starete cercando uan alternativa. Ne ho provate alcune e la migliore direi proprio che è ighome.com. Fa praticamente (quasi) tutto quello che fa igoogle. Provatelo!

lunedì 10 giugno 2013

Blogger o Wordpress: quale blog scegliere?

Blogger, legato a Google, ha molti vantaggi per chi ha un account Google: è tutto a portata di mano.
E' tutto a portata di mano come account Google... Però è diventato difficile connettere un blog di Blogger ai social networks (Facebook, Twitter e anzi lo stesso GooglePlus non prevede un accettabile collegamento, ne prevede uno ma è una schifezza).
Farraginoso e arrugginito è Feedburner di Google che permetter di inviare a un dato account Twitter i posts del Blog.

Da quest'ultimo punto di vista Wordpress è fantastico: permette di collegare, con la massima precisione ed elasticità il blog sia ad account Facebook (non solo utente ma anche pagine) sia ad account twitter.

mercoledì 8 maggio 2013

se un programma va in crash

vecchia versione

 Abbiamo avuto su Linux il problema di crash inspiegabili di certi programmi, che non si risolvevano. La soluzione l'abbiamo trovata sul sito di olatitant: si tratta di un script che si può inserire in un editor di testo (come kate, o kwrite) e salvare con un nome a piacere. Eccolo:

#!/bin/bash
while [ 1 ]
do
[nomedelprogramma]
if test $? -eq 0
then
exit 1
fi
done

Questo script riapre il programma una frazione di secondo dopo che è andato in crash, per cui è come se non andasse mai in crash.
Per eseguire lo script dovete, una volta salvato come file, andare in proprietà (tasto dx del mouse) e selezionare "eseguibile", poi fare doppio clic. Funziona.

nuova versione

C'è quest'altro script, più elegante perché con meno codice, che funziona bene anche su plasma 5
#!/bin/bash
while true;
do [nomedelprogramma | stringa dello script] && break;
done

martedì 23 aprile 2013

quale distro di linux: tra pclos e ubuntu

Abbiamo provato le ultime versioni di PcLinuxOs (la 2013.04) e Ubuntu (Kubuntu, per l'esattezza) 12, e tra le due scegliamo ancora pclinuxos: molto più completa e personalizzabile, anche se richiede qualche conoscenza tecnica in più.
Il grosso problema è l'editor html: c'è da piangere, e appunto per questo siamo rimasti con pclos2009 fino a oggi, per avere ancora Quanta. Ma ormai non si può più attendere. Stiamo provando a vedere Kate, che prevede un interessante uso degli snippets... Ne riparleremo.

Intanto c'è una nota dolente, da KDE: la suite Kontact si è impoverita.
KMail anzitutto, pur avendo guadagnato da altri lati (in particolare può aggregare le email, per data,, o per sender o per thread) ha perso una funzione importantissima: il filtro in entrata alle email. Le può filtrare solo dopo averle scaricate dal server, mentre prima, vedendo gli headers uno poteva eliminarle direttamente sul server senza scaricarle. E' chiaro che se ho una email urgente e dieci mails di spam da 40 mb l'una dovrò aspettare un po' di tempo, perdere un po' di tempo. Chissà che cosa è saltato in mente agli sviluppatori.
E poi che rottura dover digitare ogni volta che si apre kmail la password di wallet. Prima le passwords venivano immagazzinate e basta! Sarà anche per la sicurezza, va bene, però...
Ma anche kaddressbook ha perso funzionalità importanti: non aggrega più i contatti per gruppi o mailing list. Anche qui: che peccato! E che stupidità!

Per il resto KDE vede miglioramenti vari. Ne riparleremo.

giovedì 18 aprile 2013

editor html (windows e linux)

Abbiamo provato tre editor html. Ne parliamo brevemente.

aptana (studio 3)

E' migliorato rispetto a due anni fa, ma è un programma che non mi piace più di tanto, per i bisogni che ho io, webmaster che fa uso soprattutto di codice html e css, e in modo molto ridotto di javascript e php.
Alcuni limiti:
  • è enorme e pretende di fare troppe cose in troppi linguaggi di programmazione
  • però non fa bene ciò che più importa in html e css
  • lavora solo in base a progetti: non può salvare un file, nessun file, se non all'interno di un progetto.

jedit

Piccolo programma in java. Fa troppo poco, non ha il completamento del codice.

NetBeans 

Decisamente interessante. Ha il completamento del codice sia css (in modo davvero completo) sia html. Lavora per progetti ma anche su singoli files. Si può arricchire con un numero davvero grande di plugins (molti per php).

lunedì 1 aprile 2013

interessante sito che unifica accounts social

Si tratta di TweetDeck: con esso potete gestire molteplici accounts twitter e, volendo, anche accounts facebook. Gli accounts restano separati, ma potete inviare tweets prima con l'uno e un secondo dopo con l'altro (o anche simultaneamente). Interessante!

sabato 30 marzo 2013

buone notizie da IE (10)

1) Prima buona notizia IE10 è installabile anche su windows 7.
2) Seconda buona notizia: con IE10 si può vedere come una pagina viene resa anche da versioni precedenti di IE(IE9, IE8, IE7): davvero un'ottima idea! Questo rende inutile siti come Netrender e simili (cfr. i nostri precedenti post).

trasferire un sito (redirect 301)

Lo consiglia Google, Big G, e concordano, quasi ovviamente con lui siti di SEO, come GT (GiorgioTave.it): se si deve spostare un sito da un url a un altro conviene usare il redirect 301, che permette a un motore di ricerca di capire che quel sito (o quella sezione di sito), si è spostato permanentemente, conservando il page rank e altre informazioni del vecchio sito.
Concretamente come si fa?
Abbiamo provato due modi: a) con del codice php e b) con .htaccess.

codice PHP

a) Ecco il codice php:
<?php
Header( "HTTP/1.1 301 Moved Permanently" );
Header( "Location: http://nuovaurl" );
?>
con questo tutto è andato liscio, nel senso che chi visita la vecchia url viene immediatamente reindirizzato verso la nuova url; ma ci sono dei limiti
  • bisogna metterlo in ogni singola pagina, non basta metterlo nel file index di root.
  • infatti se si ha una struttura php per cui in ogni pagina del sito si inserisce ad esempio un "haeder.inc" viene fuori un errore, perché il codice suddetto non viene inserito per primo nella pagina, ma dopo, ad esempio, delle variabili;
Una soluzione che ho trovato è inserire il codice suddetto non in "header.inc" ma in "normal.inc" che viene inserito prima delle altre istruzioni php: così non da messaggi di errore e così reindirizza tutte le pagine (almeno di quella cartella).

    .htaccess

    Abbiamo avuto difficoltà ad usare il redirect con questo metodo. Alla fine, in un caso, siamo riusciti usando il seguente codice, inserito nel file .htaccess e collocando quest'ultimo nella root del sito vecchio:

    RewriteEngine On
    RewriteBase /
    RewriteRule ^ http://urlnuovosito/ [L,R=301]

    Con questo codice si ottiene effettivamente, a differenza che con PHP, che uno che vada in una qualunque sottocartella del sito vecchio (sitovecchio/sottocartella) venga rendirizzato nella home del nuovo sito. Ciò però non vale per le sotto/sottocartelle.

    In un altro caso però, allorché dovevamo segnalare lo spostamento di una sezione (una cartella) di un sito in altra url, questo sistema , pur funzionando in local non ha funzionato in remoto: non succedeva proprio niente. Allora abbiamo usato l'altro metodo, col php.

    Altri metodi li trovati ad esempio in http://www.giorgiotave.it/wikigt/os/Redirect_301.

    limite di questi metodi

    Metodi come questi andranno bene ai motori di ricerca, ma non avvisano il visitatore che il sito ha cambiato url, perché questi si trova trasportato automaticamente, senza far niente, nella nuova url, senza sentire il bisogno perciò di aggiornare i propri segnalibri o di memorizzare la nuova url.
    E' vero tuttavia che ormai moltissimi utenti non usano quasi più i segnalibri, né la barra degli indrizzi, ma siaffidano ciecamente a Google...

     

    giovedì 21 marzo 2013

    aggiungere una seconda traccia audio con Avidemux

    Bisogna salvare il file non come AVI, ma come AVI dual audio.

    netrenderer, come vede un sito IE

    C'è un utile sito tedesco netrenderer, che permette a chi non ha sul suo PC IE (perché ha Linux, ad esempio) o ha comunque solo una versione di IE (mettiamo la 9, avendo Win7) di vedere come viene reso il proprio sito da IE nelle sue varie versioni (dalla 6 alla (attualmente) 10).

    un vantaggio

    Rispetto ad altri siti che fanno una cosa simile, come browsershots, i tempi di attesa sono molto minori: mentre con Browsershots dovere aspettare anche mezz'ora, con Netrenderer dopo 10-20 secondo avete già il risultato.

    un grosso limite

    Ieri però (20/3/2013) abbiamo dovuto riscontrare un grave limite: la memoria cache continua a rendere un sito come l'ha visto nella precedente richiesta di resa, anche se abbiamo cambiato qualcosa nel css o nell'html.
    Non sappiamo se ciò sia un problema temporaneo: altre volte comunque non succedeva così. Speriamo che risolvano il problema.

    martedì 19 marzo 2013

    web fonts bug in Firefox

    Ci possono essere problemi di caricamento delle web fonts in Firefox (non in Opera o in CHrome, abbiamo constatato).
    Per risolverlo si può aggiungere un file .htaccess contenenti le seguenti istruzioni:

    <FilesMatch "\.(ttf|otf|eot)$">
    <IfModule mod_headers.c>
    Header set Access-Control-Allow-Origin "*"
    </IfModule>
    </FilesMatch>


    Diciamo che questo risolve la parte principale del problema, quello della resa dei fonts in remoto (per chiunque visiti il sito usando FF). Lascia invece irrisolto il problema in locale.

    Aggiungo che mi sono accorto che Firefox visualizzava già in remoto i web fonts (anche senza il file .htaccess), mentre, come già dicevo, continua a non visualizzarli in locale.

    giovedì 14 marzo 2013

    cattiva resa di IE su free.fr

    E' incredibile, ma IE (9) in remoto su free.fr non vede delle proprietà che invece vede in locale, ossia box-shadow, border-radius e le sfumature ottenute con la sintassi propretaria di IE (filter).
    Invece vede tali proprietà, oltre che, come ho datto, in local, su altri server remoti.
    Lo evidenzio nelle foto seguenti:
    1) la prima è come vede IE9 il sito su free.fr

    2)la seconda è come vede IE9 il sito (identico html, identico css) su un altro server:

    La prima è una resa scorretta, la seconda corretta.
    Perché IE non vede certe proprietà su certi server? La domanda è aperta.
    Del resto su free.fr non funziona del tutto anche un prodotto php/mysql come PhpGedView...

    venerdì 22 febbraio 2013

    drop-down menu

    Abbiamo trovato un interessante menu drop-down (a tendina) in puro CSS (senza javascript), valido anche per IE (dalla 9 in poi).
    Lo trovate qui.
    Una attenzione da avere, se ci sono problemi, è di verificare le righe di css con identico nome (ad es. #nav li) per eliminare eventuali proprietà che confliggono con il menu a tendina (ad es. ci è capitato di avere problemi per la presenza della proprietà "display: inline" riferita a "#nav li").

    giovedì 14 febbraio 2013

    problemi con media query (e FF)

    Ho avuito problemi a far capire a Firefox una semplicissima istruzione media query: @media screen and (max-width: 1024px). Opera, IE, Chrome riconoscevano tale impostazione, Firefox niente!
    Soluzione del problema: re-impostare lo zoom a 100% (reimposta zoom)!

    domenica 3 febbraio 2013

    sincronizzare audio e video (con avidemux)

    Abbiamo avuto problemi di audio non sincronizzato col video, dopo aver effettuato un taglio a un film, e abbiamo invano provato più volte a risolvere il problema.
    Niente. Finche non abbiamo trovato la risposta in questo forum: si trattava di controllare il Frame Rate dal menu Video (era settato, non si sa perché su 23.000 e l'abbiamo messo su standard framerate (25 FPS).