Blog del sito MyDigitalia - Usare il Pc seriamente.
Non disdegnate di sbirciare anche la pagina di Facebook

venerdì 30 dicembre 2016

localhost: connessione non riuscita e altro

Non si tratta di permessi, né di files di configurazione. Ho risolto reinstallando lampp (o meglio istallandone una nuova versione).
Da notare che bisogna salvare l'installer di lampp (se si ha linux) su una partizione linux, altruimenti non parte.

Tabella corrotta, secondo l'ultima versione di MariaDB: si veda http://stackoverflow.com/questions/26871926/mariadb-mysql-database-table-corrupt-cant-repair.
In particolare funziona il "REPAIR TABLE myTable USE_FRM;"

mercoledì 28 dicembre 2016

KDE plasma 5 search

Come indicizzare anche la home o sue sottocartelle.
Andare in home/.config/baloofilerc e digitale la cartella che si vuole indicizzare alla riga folders[$e], ad esempio così: folders[$e]=$HOME/,/home/schede/

martedì 27 dicembre 2016

Problemi con Virtualbox

 installation failed

Se l'installazione (/aggiornamento) di VirtualBox fallisce (installation failed) il problema possono essere i permessi della cartella /opt su cui VB si installa. Occorre che tale cartella non sia scrivibile da tutti (others): devono solo potere vedere, ma non modificare il contenuto della cartella.

errori vari nella istallazione delle guest additions

Recentemente è successo di avere problemi a installare le guest additionis. Allora abbiamo dovuto rimuovere i kernel-headers e poi reinstallarli.
Questi sono i comandi da dare da terminale come root:
1. yum remove kernel-headers
2. yum install binutils gcc make kernel-headers kernel-devel

lunedì 26 dicembre 2016

Fedora, che delusione!

E' una delle distro più famose di Linux, appare in effetti stabile, ma quanto povera e complicata.
Non ci sono programmi importanti come amule, showphoto, vlc, per non citarne che alcuni.
E che dire del menu? Un vero disastro, una frittata incomprensibile. E per creare utenti e permessi agli utenti? L'unica strada è il terminale.
NO! Non ci siamo davvero!

mercoledì 21 dicembre 2016

da foto a schizzo in GIMP

Ho trovato spiegazioni più complesse, ma si può anche fare così:
1) modalità -> scala di grigi
2) filtri -> artistici -> fotocopia
3) eventualmente ancora filtri -> artistici -> fumetto

Dovrebbe essere diventata, già a 2) un simil-disegno.

martedì 20 dicembre 2016

LibreWriter copia formato paragrafo

Per copiare (anche) il formato paragrafo tenere premuto ctrl mentre si preme l'icona di copia formato.
Per copiare solo il formato carattere invece basta selezionare la parola e premere l'icona di copia formato.

giovedì 8 dicembre 2016

Inkscape: text on path e text envelope deformation

1) text on path

a)  Selezionare entrambi il testo e il path;
b) cliccare su "put on path" (dal menu text)
c) poi per eventuali aggiustamenti cliccare due volte sul testo e girarlo come si vuole.

2) text envelope deformation

a) scrivere il testo e poi selezionarlo
b) trasformarlo in path (menu path: object to path)
c) menu path -> path effects -> add "envelope deformation"
d) cliccare sulla prima iconinavicino a top bend path e bottom bend path
e) deformare a piacere il testo trascinando la riga che si crea sopra o sotto il medesimo.

Le screenlets non partono? Ecco la soluzione

Ad esempio voglio far partire all'avvio la screenlet delle fasi lunari, FuriusMoon, ma non parte all'avvio, nonostante sia settata per farlo.
Soluzione: creo un file bash, ad esempio furiusmoon.bash e al su interno (lavorando con kate o kwrite) scrivo: "python -u /usr/share/screenlets/screenlets-pack-all/FuriusMoon/FuriusMoonScreenlet.py > /dev/null".
Rendo il file bash eseguibile (tasto dx/proprietà/permessi) e lo carico come script all'avvio da startup in System settings.
Così ad ogni avvio mi parte la luna con la sua attuale fase nel punto del desktop che ho scelto e con le dimensioni che ho scelto.

p.s.
Come ho fatto a ricavare il comando per il file bash? Usando il file .desktop creato dalla screenlet, selezionando l'apposito bottone e togliendo la parte iniziale, che creava un fastidioso spazio nel task manager.

venerdì 2 dicembre 2016

metadati con Dolphin

Dolphin legge i metadati dei files OpenDocument, però a patto che i files siano contrassegnati come eseguibili. Strano ...

martedì 29 novembre 2016

connettere un dispositivo mobile al pc con linux

Parlo per esperienza: smartphone e tablet android.
Si può usare KDE connect (purché si sia collegati alla stessa rete wifi), ma un modo più rapido e solido è connettere via cavo (mini-usb): Dolphin riconosce immediatamente il tablet o lo smartphone, ma non può fare la sincronizzazione dei files.
Allora si può usare Krusader: purché la vostra distro abbia attivato il modulo "KDE smtp" (in PcLos kio5-smtp, in altre distro qualcosa di simile), e potere comparare e sincronizzare le cartelle tra PC e mobile.
Krusader si connette al tablet via usb

venerdì 11 novembre 2016

double quote, virgolette "da sergente" in LibreOffice

Si può usare l'autocorrezione (Tools/autocorrect options) e stabilire che ogni << sarà cambiato in « (e idem per la chiusura).

giovedì 13 ottobre 2016

regular expression

Per lavorare sul codice sorgente di un testo può essere utile utilizzare la regular expression, cioè dei caratteri jolly che dicono al programma di cercare e sostituire delle occorrenze.
Il carattere per indicare "qualsiasi carattere" è il punto ".". Se io ho ad esempio un file html con span class="T30", span class="T36", span class="T45" e voglio eliminare tutte le span class, potrò indicare di trovare e sostituire span class="...".


Inoltre, in generale
  • . significa "qualsiasi carattere".
  • ^ indica l'inizio di una linea.
  • $ indica la fine di una linea.
  • \< indica l'inizio di una parola.
  • \> indica la fine di una parola.
  • ? significa che l'elemento che lo precede è presente meno di una volta.
  • * significa che l'elemento che lo precede è presente zero o più volte.
  • + significa che l'elemento che lo precede è presente una o più volte.
  • {n} significa che l'elemento che lo precede è presente n volte.
  • {n,} significa che l'elemento che lo precede è presente n o più volte.
  • {,n} significa che l'elemento che lo precede è presente meno di n volte.
  • {n,m} indica un numero di ripetizioni dell'elemento che lo precede compreso nell'intervallo tra n e m; n e m possono essere omessi escludendo il limite corrispondente.

martedì 4 ottobre 2016

LibreOffice: aprire un file al punto in cui lo è chiuso

Parliamo di Libre Writer. Una volta usavo delle macro, adesso è automatico. Bisogna
  1. riempire le informazioni personali in Options/LibreOffice/User data
  2. salvare in formato ODT con il cursore nel punto in cui si desidera riaprire il file.

domenica 2 ottobre 2016

thunderbird con imap non apre gli allegati della posta inviata

soluzione: selezionare il folder, tasto dx, proprietà, ripara folder.

splittare un file audio wv con cue

Due step, avendo linux:
a) convertire il file wv in mp3
b) aprirlo con mp3-split e importarvi il file cue
Date avvio e il gioco è fatto.

mercoledì 31 agosto 2016

alternative a knotes in kde5

Pclos finora (31/8/20126) non ha ancora implementato kde-pim (che include knotes) in KDE Plasma 5.
Una alternativa inadeguata l'abbiamo trovate in xpad, che per ogni nota occupa dello spazio nel Task manager.
Ci sembra accettabile, benché tecnicamente meno avanzata di knotes, il widget "(sticky) notes" di plasma 5. E' un po' impervio:
1) per creare una nuova nota occorre andare su "aggiungi widget" e trascinare "notes" su desktop. Poi la si potrà posizionare dove si vuole trascinandola col mouse.
2) Per ridimensionare la nota adesiva bisogna (avendo "unlocked" i widgets) tenere premuto a lungo il tasto sinistro del mouse, a quel punto appare sulla destra un nuovo menu in cui c'è anche "resize".
3) Per personalizzare ulteriormente, se avete un po' di dimestichezza col codice sorgente html e css, potete editare i files che si trovano ad esempio in /home/[utente]/.local/share/plasma_notes, cambiando l'allineamento, o il colore, insomma la formattazione.
4) Non solo si può personalizzare la formattazione, ma si può anche inserire una immagine, sempre col codice sorgente html, avendo ad esempio una nota adesiva di immagine. Notevole!

immagini upoladate su pagina web distorte

Ci può essere questo problema: uno mette delle immagini su una sua pagina web e le vede correttamente. Poi fa l'upload sul sito in remoto e le visualizza completamente distorte e irriconoscibili.
Che cosa è successo? Se si fa la prova a scaricare quella immagine da remoto in locale e si vede che sono distorte vuol dire che i settaggi del client FTP sono errati: si è settato ASCII comre default per il trasferimento dei files, mentre va settato AUTO. Come da figura (Filezilla)
Una volta settato AUTO, il problema si risolve.

mercoledì 3 agosto 2016

ratings icon in kde plasma 5

In Plasma 5 vi è un tema predefinito: Breeze. Chi non lo gradisce può scegliere un altro tema, ad esempio Gnome, ma troverà che in Dolphin mancano le "stelle" per il rating di un file/cartella.
Allora bisogna andare a cercare il file "index.theme" del tema scelto, ad esempio Gnome e inserirvi la stringa "Inherits=breeze".

Ad esempio in pclinuxos i files index.theme si trovano in usr/share/icons. Nel caso di gnome in "usr/share/icons/gnome".
Fatto questo le stelle appariranno e saranno settabili.

I ratings, i tags e i commenti dei files sono embedded nei files (e cartelle) come extended attributes (xattr) purché ci sia un filesystem adeguato, come ext4 (non fat32 o ntfs).

Per sincronizzare cartelle e files con ratings da un pc all'altro occorre usare un programma come rsync con il parametro -X. In linux si può usare la GUI Grsync per sincronizzare ad esempio un PC con una chiavetta usb e poi la chiavetta usb con un altro PC. Da notare che come destinazione non va selezionata la stessa cartella di origine, ma quella che deve stare "a monte".


lunedì 1 agosto 2016

ridimensionare i fonts dell'interfaccia di Thunderbird

A me è capitato che su Linux i fonts dell'interfaccia di TB fossero troppo grossi.
Soluzione:
1) creare, se non esiste, la cartella chrome nella cartella del profilo di TB
2) creare, all'interno di tale cartella, il foglio di stile "userChrome.css"
3) inserire in tale file le seguenti istruzioni:
/* Global UI font */
* { font-size: 10pt !important;
  font-family: Verdana !important;
}

martedì 14 giugno 2016

avviare un programma come root in Ubuntu

si può usare il terminale e anteporre al nome del programma il comando sudo. Ad esempio "sudo krusader".

martedì 31 maggio 2016

ubuntu: avvio automatico di applicazioni


Come si vede si può selezionare da strumenti di sistema -> preferenze -> applicazioni d'avvio.
Io ho aggiunto ad esempio cairo-dock.

Ubuntu: menu applicazioni e barra appluicazioni

La interfaccia attuale di Ubuntu (Unity) può non piacere (a me non piace, ingessata com'è).
Per tornare a una interfaccia grafica più umana si può istallare
a) il "classic menu indicator" e avere comodamente tutte ole applicazioni raggruppate logicamente e
b) la cairo-dock, che provvede a una barra simile a quella di KDE o di windows.

martedì 24 maggio 2016

cartelle condivise in ubuntu virtualizzato

Avendo installato ubuntu in virtuale con virtualbox, e installato le guest additions, per condividere da dispositivi, cartelle scegli cosa vuoi condividere da ubuntu virtuale aprire il terminale di ubuntu e scrivere:
sudo adduser (o useradd) $USER vboxsf
invio, paswd, invio.
Riavviare ubuntu e si vedranno le cartelle condivise.

Se l'user già esiste allora: # usermod -g vboxsf {user}

giovedì 19 maggio 2016

firefox e thunderbird bislacchi?

 Chi ha, come me, due o più istallazioni di linux sullo stesso pc e condivide i settings di firefox e thunderbird può trovarsi, quando passa da una istallazione all'altra davanti a fenomeni bizzarri con tali due programmi. Vanno bene da una parte e male dall'altra: com'è possibile, dato che si condividono i settings (home/.mozilla e home/.thunderbird)?
Per via della cache! Che è in home/.cache/mozilla, o /home/.cache/thnuderbird. Eliminata quella tutto torna a posto.

sabato 23 aprile 2016

problemi con thunderbird in linux

Può succedere che Thunderbird si comporti in modo strano, anche dopo che avete reinstallato il programma e la cartella .thunderbird nella vostra home. Dovete allora cercare e cancellare la cache (tipicamente in home/.cache) e tutto dovrebbe andare a posto (se il problema era quello).

mercoledì 20 aprile 2016

virtualizzare windows 10

Con Virtualbox. Occorre settare 2 processori, e per farlo occorre abilitare dal bios la virtualizzazione dell'hardware.
Poi dare una certa generosità di memoria (2Gb) anche video (50mb), abilitare il PAE, l'I/O apic, e VT-X.
Ho poi trovato problemi neol fargli riconos cere la connessione a internet: ho risolto settando un nuovo valore come da immagine:

giovedì 14 aprile 2016

problema muxando un file mkv (e aggiungendo un file di capitoli (xml))

Possibile errore: "The XML chapter file 'nomedelfile.xml' contains an error: '' is not a valid ccTLD country code."

Soluzione: aggiungere, editando il file dei capitoli una "country".

settare il browser per thunderbird

Può succedere che uno abbia impostato Firefox come browser predefinito, e ciò nonostante Thunderbird apra i suoi links con Chrome, ad esempio.
Allora bisogna andare in "Modifica -> Preferenze -> Avanzate -> Editor di configurazione" e modificare le due voci:
network.protocol-handler.warn-external.http
network.protocol-handler.warn-external.https
impostandole a "true".
Successivamente, quando cliccherete sul link in una mail, Thunderbird vi  chiederà quale browser usare, e lì settate Firefox e dite di considerare definitiva questa scelta.
Così, da quel momento in poi aprirà sempre i links (http://) con Firefox. Ripetete la cosa per i links https:// e il gioco sarà fatto.

martedì 5 aprile 2016

linguaggio PHP includere un file remoto

Il comando "include url/nomedelfileremoto" non è sempre accessibile, ed è comunque dispendioso di risorse.
Ho trovato questo comando

<?php
echo file_get_contents('http://exempe.com/filename.php');
?>


Molto utile, ad esempio per condividere dei links tra diversi siti gestitidallo stesso webmaster.
L'ho visto su questo sito.
Occorre che il server supporti la funzione allow_url_fopen (allow_url_fopen=on).

messaggiare con lo smartphone da PC

Avendo Android è possibile a) spedire sms da PC, comodamente usando la tastiera, usando Airdroid, e anche b) leggere scrivere messaggi di Whatsapp da PC.

sms con Airdroid

Bisogna andare sul sito di airdoid (web.airdroid.com) e registrare il proprio dispositivo. Si può farlo in diversi modi, ad esempio scansionando il QR code, oppure, io preferisco, usando l'account google presente sia sul PC sia sullo smartphone.
 Una volta entrati, tra le tante cose che si possono fare (upload e download di files, comprese immagini e video) c'è quella di inviare sms.
Ne visualizziamo uno screenshot:

messaggiare whatsapp da PC

Si tratta di  aprire a) la pagina web.whatsapp.com 
in cui apparirà un QR code, b) whatsapp sullo smartphone selezionando "WhatsApp Web.
 Si aprirà una finestra per scannerizzare il QR code sulla pagina del browser: scannerizzate e il gioco è fatto.

lunedì 28 marzo 2016

da maildir (kmail) a eml (e thunderbird)

Sto passando da Kmail a Thunderbird. Avendo sempre usato il protocollo pop3 ora devo importare i messaggi scaricati sul PC dal formato maildir di kmail nel formato Thunderbird.
E' abbastanza semplice: si entra in una cartella maildir, si rinominano tutti i files (usando ad esempio KRename, che rinomina di un sol colpo tanti files) con estensione "eml" (il nome non ha importanza, lasciatelo invariato). Poi da Thunderbird con Import/Export/tools si importa tutta quella cartella: e il gioco è fatto.

martedì 22 marzo 2016

cookie law

Oggi ho adottato sul sito culturanuova.net una soluzione che tuiene conto dei seguenti punti:
  1. Non è possibile modificare il codice javascript di google adsense (ad esempio sostituendo text/javascript con text/plain e aggiungendo una "class");
  2. Bisogna che il visitatore dia il suo consenso prima di mostrargli pubblicità che genera cookies di profilazione. Per fare questo, non potendo ricorrere a javascript, sono ricorso a PHP.
  3. Trattandosi di cookies di profilazione di terza parte non sono tenuito a darne onerosa notifica al garante per la Privacy.
La soluzione è stata suggerita da Simone Provenzano, che ha preso a sua volta il javascript da jQuery CookieBar,a cui ha aggiunto le seguenti righe di PHP:

 < ? php if ((isset($_COOKIE['cb-enabled'])) && ($_COOKIE['cb-enabled'] == "accepted"))

{
echo "codice javascript di google";
}
else
{
echo "


  Per visualizzare questo contenuto devi accettare di utilizzare i cookie.
 
";}
?>

martedì 15 marzo 2016

tabella read-only

Vedi qs. link: in forum apachefriends. Bisogna settare i permessi dei files di dati mysql come mysql:mysql (utente:gruppo) e riavviare il server mysql.